MICROBIOTA, NEUROINFIAMMAZIONE E SINTOMI PSICHIATRICI

Articolo a cura di Stefania Lessio

I WEBINAR INFORMATIVI

l’Associazione Genitori Pans Pandas Bge ODV ha, tra i suoi obiettivi primari, quello di divulgare informazioni utili legate alle neuroinfiammazioni, attraverso il contributo di esperti.

Il webinar a tema MICROBIOTA, NEUROINFIAMMAZIONE E SINTOMI PSICHIATRICI, (che è possibile rivedere cliccando qui) tenuto dalla D.ssa Bartolozzi, Medico – Esperta di Nutrizione e Microbiota – illustra una panoramica sintetica e generale sulla correlazione tra le neuroinfiammazioni di vario tipo, le malattie degenerative e i sintomi psichiatrici dovuti anche ad un’alterazione del microbiota, che regola molteplici funzioni ed è implicato nel corretto funzionamento del sistema immunitario, endocrino e nervoso centrale strettamente legati tra loro.

Durante questo incontro online, che voleva essere una chiacchierata dai toni informali rivolta ai genitori, la dottoressa Bartolozzi ha fornito molte informazioni interessanti e curiosità sull’importanza del microbiota soprattutto dai primi tre anni di vita del bambino ed a seguire, inoltre, ha spiegato dove, come e quando scaturirebbero i processi neuro-infiammatori, legati al microbiota intestinale, cosa sono, cosa possono comportare nella salute del bambino e dell’adulto.

COS’E’ IL MICRBIOTA INTESTINALE

Nel video la dottoressa ha inoltre spiegato cos’è il microbiota intestinale e sottolineato che, è diverso, per ogni individuo, così come lo sono anche le indicazioni per un eventuale riequilibrio che sono assolutamente da effettuarsi sotto consiglio medico e previa analisi del microbiota effettuata con esperti del settore.
Dalle analisi del microbiota stesso, infatti, è possibile ottenere una “fotografia” personale rispetto allo stato di “salute/equilibrio” delle famiglie di virus, batteri, funghi che lo compongono e che, anche la dieta è fondamentale, soprattutto nei casi di conclamata neuro-infiammazione, per ripristinare una condizione di salute ottimale, anche qui personalizzata, a seconda della conformazione fisiologica di ogni individuo ed alla presenza di una eventuale disbiosi e della sua tipologia (fermentativa o putrefattiva).

IL CAPITOLO PANS PANDAS e LA NEUROINFIAMMAZIONE

Secondo le linee guida internazionali consultabili su Pandas Physician Network, l’esordio acuto di sintomi neuropsichitrici nei bambini con diagnosi pans pandas prevede prevalentemente l’utilizzo di farmaci anti infiammatori e antibiotici, per trattare l’infiammazione.

Grazie a studi recenti si è compreso che oltre all’approccio farmacologico, riequilibrare il microbiota ed avere un regime alimentare adeguato che consideri la particolarità e la diversità delle “pance” di ogni singolo bambino, migliorerebbe la neuro infiammazione e questo può essere testimoniato da molti genitori che, per i propri figli, hanno già approcciato con successo le sindromi pans pandas con una metodica multidisciplinare:
numerosi genitori si sono affidati allo specialista pans pandas per i trattamenti terapeutici necessari come prevedono le linee guida internazioni, ed in seguito hanno affrontato anche il riequilibrio del microbiota, la dieta personalizzata, la modulazione del sistema immunitario, eventuali carenze fisiologiche con esperti ne settore per i diversi ambiti di competenza e altro.
Infatti, sia la Clinica di Stanford (leggi qui ) ed altri centri specializzati in USA utilizzano un approccio multidisciplinare verso le neuroinfioammazioni di pans e pandas che prevede anche il trattamento di microbiota e il supporto nutrizionale adeguato e personalizzato.

Il Prof. Spalice, Direttore Responsabile del Dipartimento di Pediatria dell’Ospedale Umberto I di Roma, esperto riconosciuto a livello internazionale anche per le diagnosi e il trattamento di pans pandas, durante l’ultimo congresso organizzato da Pandas Network nel febbraio 2022, ha espresso il suo parere autorevole confermando le evidenze accennate anche dalla D.ssa Bartolozzi durante il video, sui fattori coinvolti per le neuroinfiammazioni nell’asse intestino cervello, tra cui dieta, stress, fattori genetici, farmaci, inquinamento etc, (Slide 1) e l’importanza dei valori di lipopolisaccaride batterico (LPS – Slide 2), un potente attivatore del sistema immunitario che altererebbe la segnalazione tra il sistema immunitario e il cervello influenzando l’umore emotivo e il comportamento cognitivo ed implicato nei processi neurodegenerativi e nella pans pandas.

Slide 1
Slide 2

Le neuroinfiammazioni in generale, di cui fanno parte anche pans e pandas, sono disturbi del neurosviluppo molto invasivi e, nei casi gravi, molto difficili da gestire nel lungo percorso che porta alla remissione e necessitano, quindi, dell’intervento di professionisti seri e competenti.

Sul sito dell’Associazione Genitori Pans Pandas Bge ODV troverete alcuni professionisti qualificati che potranno aiutare i genitori per quanto di loro competenza.

Per qualsiasi informazione potrete scrivere a pandasbge@gmail.com
STAY TUNED!!!

Condividi questo post

Altri Articoli

News

GLO, PDP e PEI: quali differenze?

Pans e Pandas possono riportare nei bambini diverse ripercussioni anche in ambito scolastico tanto che, in molti casi vengono attivati dei supporti specifici. La D.ssa